L’estratto secco di passiflora è uno dei rimedi fitoterapici più utilizzati negli ultimi anni per il trattamento naturale di ansia, agitazione, insonnia e stati di nervosismo occasionale.

La passiflora cresce spontanea in molte regioni tropicali e le sue proprietà calmanti e rilassanti sono note fin dai tempi degli Aztechi, che la utilizzavano nelle cerimonie spirituali.

Gli studi scientifici oggi ne hanno dimostrato l’azione ansiolitica leggera, dovuta alla presenza di alcaloidi come la harmina. Questa sostanza agisce a livello del sistema nervoso centrale potenziando gli effetti di alcuni neurotrasmettitori calmi.

Rispetto ai farmaci, l’estratto di passiflora ha un’azione più graduale, senza effetti sedativi o di assuefazione. È considerato sicuro anche per brevi cicli di trattamento.

In genere si assume 1 o 2 capsule da 300 mg, 2-3 volte al giorno, fino a 30 minuti prima dei pasti principali. I benefici si riscontrano dopo circa 2 settimane di trattamento continuativo.

Oltre che in capsule, l’estratto di passiflora viene proposto anche in tisane o infusi da bere come rilassante serale naturale. Molti lo preferiscono ai farmaci da banco proprio per l’ottimo profilo di sicurezza e assenza di effetti collaterali.

Un valido aiuto naturale dunque per chi vuole ridurre tensioni, stati d’ansia passeggeri o favorire il relax dopo una giornata impegnativa.

Written by Paola Olivieri