Camellia sinensis

 

MANCANZA DI VITALITÀ, STANCHEZZA, CONVALESCENZA, DIETA DELLO SPORTIVO

 

Loading...

Parte utilizzata : bocciolo e le due prime foglie dei rami

 

Storia. Secondo una leggenda cinese, l’uso del Tè come bevanda sarebbe apparsa nell’anno 2737 a.C., quando le foglie si sarebbero staccate da un albero per cadere nell’acqua calda dell’Imperatore Shen Nung. Oggi è la pianta più consumata al mondo (3 milioni di tonnellate l’anno) e le sue virtù medicinali interessano gli scienziati più eminenti. I diversi tipi di tè verde, nero, ecc…, corrispondono a diversi processi di essiccatura e a differenti tipi di lavorazione e non a piante di origini diverse.

Descrizione. Il Tè, questo arbusto sempreverde di media grandezza, che può raggiungere i 2-3 metri di altezza, è originario della Cina. È ancora abbondantemente coltivato in tutta l’Asia. La raccolta si effettua sempre a mano e si pratica più volte all’anno, ripartendola in periodi da 4 a 14 giorni, il tempo di cui il tè ha bisogno per rinnovarsi. Per una raccolta “selezionata”, si prelevano le prime due foglie del ramo, le più giovani, di color verde chiaro, ed anche il bocciolo, detto “pekoe” che non è altro che il giovane germoglio che sta crescendo.

Per una bella linea Il sovrappeso, spesso descritto come un sintomo complesso, risulta in realtà una semplice equazione: l’energia assorbita dall’alimentazione è superiore a quella spesa. Due principi attivi presenti nella foglia del Tè Verde, un alcaloide, la caffeina e i polifenoli si oppongono a questo squilibrio. Questi composti si uniscono per potenziare l’azione delle catecolamine, neurotrasmettitori che comprendono sostanze come l’adrenalina, la noradrenalina o la dopamina. L’attivazione del sistema nervoso simpatico provoca così un aumento della termogenesi (consumo dell’energia dell’organismo) e favorisce l’eliminazione dei chili superflui. Al di là dei problemi di natura estetica, il sovrappeso ha conseguenze non ignorabili sulla salute. L’eccesso di colesterolo figura in buona parte tra le complicazioni più frequentemente osservate. Numerosi studi clinici hanno dimostrato che il consumo regolare di Tè Verde diminuisce in maniera significativa il tasso di lipidi che circolano nel sangue e in particolare del colesterolo. Le diete dimagranti si accompagnano spesso ad un abbassamento del tono. Il Tè è uno stimolante molto conosciuto del sistema nervoso centrale. Favorisce sia il lavoro intellettuale che lo sforzo muscolare avendo un’azione eccitante meno brutale di quella del caffè, grazie ad una liberazione di caffeina più lenta, più progressiva.

 

Associazioni

ECCESSO DI PESO CON PROBLEMI DI CIRCOLAZIONE

Amamelide, Pilosella

 

ECCESSO DI PESO CON STITICHEZZA

Ispaghul, Ortosifon

ECCESSO DI PESO CON APPETITO NORMALE

Ortosifon

ECCESSO DI PESO, DISTRUZIONE DEI GRASSI ACCUMULATI

Garcinia, Ortosifon

loading...
Loading...

Written by Paola Olivieri