Erbario della Salute - Curati con la Natura

Home » antiseptic

Peperoncino, cannella, paprica & co. impreziosiscono ogni piatto, dall’antipasto al dolce, e contribuiscono alla prevenzione di molte malattie. Da qualche tempo è in atto una rivoluzione. Piccante. Nel senso che con l’ampliarsi degli scambi culturali e il diffondersi della cucina etnica, oltre agli ormai straconosciuti, pepe, peperoncino, zafferano, comunemente usati nelle ricette della nostra tradizione …

Read more

Campanula rapunculus L. – Parte utilizzata: fiori, foglie e radici Descrizione. Il Raperonzolo, o anche detta Campanula (Campanula rapunculus), è una pianta erbacea dai fiori a forma di campanella appartenente alla famiglia delle Campanulaceae, il genere comprende circa 300 specie distribuite, quasi esclusivamente, nelle regioni temperate e subtropicali dell’emisfero boreale, soprattutto nelle montagne dell’Europa, dell’Asia minore e nel bacino Mediterraneo, mentre quasi …

Read more

LE ALLEATE DI STAGIONE, GRAZIE A CAROTENOIDI E POTASSIO, LE GOLDEN BERRIES AUMENTANO L’ENERGIA E SONO ANCHE DEPURATIVE Nei mesi più freddi dell’anno, quando siamo più a rischio di carenze vitaminiche, tra i super frutti più preziosi vi sono le Golden berries, note anche come Alchechengi (Physalis alkekengi), un vero e proprio concentrato di sostanze …

Read more

Laurus nobilis L. – Parte utilizzata: bacche e foglie Descrizione: L’Alloro (Laurus nobilis L.) è una pianta aromatica e pianta officinale appartenente alla famiglia Lauraceae e al genere laurus. E’ un piccolo albero alto circa 10 (20) m, o un arbusto poco longevo. E’ sempreverde, con chioma piramidale folta e densa; ha un tronco eretto, liscio, spesso sinuoso e fortemente ramificato; la corteccia invece si presenta prima verde poi nerastra o bruna, con …

Read more

L’OLIO ESSENZIALE CONTENUTO NELLE SUE FOGLIE APPUNTITE GUARISCE I BRUCIORI E LE INFIAMMAZIONI TIPICHE AUTUNNALI Quando si parla di Mirto, vengono subito alla mente le coste assolate della Sardegna, che di questo arbusto sempreverde sono da sempre l’habitat privilegiato. In realtà, il rustico Mirto (Myrtus communis L.) ha sì un’origine mediterranea, ma con un minimo …

Read more

Le piante lasciano cadere le foglie, ma ora anche il nostro apparato respiratorio perde la sua vernice immunitaria che va ripristinata. Ogni anno la stagione fredda diventa per molti sinonimo di bronchiti, acute con o senza febbre. In alcuni di noi, poi, che vivono particolari e prolungate forme di stress, possono verificarsi anche polmoniti e …

Read more

Lavandula L. – Parte utilizzata : Fiori o sommità fiorite Descrizione. La Lavanda è un genere di piante spermatofite dicotiledoni appartenenti alla famiglia delle Labiate, è un piccolo arbusto sempreverde, dall’aspetto di piccole erbacee annuali o perenni dalla tipica infiorescenza a spiga e portamento cespuglioso. Può avere un’altezza variabile dai 50 cm fino al 1.20 m. Queste piante sono fortemente aromatiche. I rami sono dritti, le …

Read more

Mentha x piperita L. Parte utilizzata: foglie, ma per le preparazioni erboristiche qualche volta vengono adoperate anche le sommità fiorite. Descrizione. La Menta piperita è una pianta erbacea perenne, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, può raggiungere i 50 cm d’altezza. Originaria dell’Europa, oggi la si trova in tutto il mondo. Possiede rizoma strisciante; i fusti …

Read more

Rosmarinus officinalis L. – Parte utilizzata: parti aeree e sommità fiorite, e olio essenziale ottenuto per distillazione in corrente di vapore delle foglie e dei rametti freschi. Descrizione. Il Rosmarino è un arbusto legnoso perenne sempreverde appartenente alla famiglia delle Labiatae, è ramosissimo con andatura talvolta ascendente e altre volte prostrato, mai effettivamente eretto, raggiunge altezze di …

Read more

TRATTAMENTO E PREVENZIONE DELLE AFFEZIONI RESPIRATORIE, IMMUNOSTIMOLANTE  Descrizione. La Propoli è una sostanza resinosa che le api raccolgono dalle gemme e dalla corteccia di alcune piante come pioppi, betulle, pini, abeti, ippocastani, salici, querce ed olmi. Si tratta quindi di una sostanza di origine prettamente vegetale anche se le api, dopo il raccolto, la elaborano con l’aggiunta di cera, polline ed enzimi prodotti dal loro stesso organismo. All’interno dell’alveare la …

Read more
Page 1 of 2 12