MIGLIORA L’IRRORAZIONE SANGUIGNA DEI TESSUTI MUSCOLARI E DISINFIAMMA ANCHE CERVICALE, SCHIENA E NERVO SCIATICO

Di solito si pensa che i muscoli soffrano soprattutto in primavera e d’estate, quando aumentano le uscite all’aperto e l’attività fisica. In realtà la gelida umidità di questo periodo ci invoglia poco a fare movimento, con il risultato che diventiamo più sedentari, e l’apparato muscolare ne risente, indebolendosi. Ecco perché nei mesi più freddi andiamo più spesso incontro a infiammazioni, per esempio del nervo sciatico o delle articolazioni cervicali, che si ripercuotono sull’intero assetto muscolare. Possiamo affrontare questo problema con l’aiuto del timo serpillo. Le proprietà riscaldanti, spasmolitiche e rinvigorenti della pianta aumentano l’irrorazione sanguigna che mantiene i muscoli giovani e forti, e aiuta a evitare blocchi e contratture dolorose, e soprattutto i dolorosissimi strappi.

Trasmette l’energia e il calore dell’estate mediterranea. Il timo è un’erba vigorosa, che cresce abbondante  sotto il sole dell’area mediterranea, con bellissimi fiorellini viola-rosati. Proprio nelle sommità fiorite e nelle foglie si racchiudono le proprietà officinali di quest’erba potente, che contiene un olio essenziale ricco di sostanze benefiche come timolo, carvacrolo e cineolo, ed è ricca di tannini, saponine e glicosidi. Il nome della pianta deriva dal greco “thymon”, che significa forza, e coraggio, ma anche profumo, perché il timo è sempre stato una delle erbe aromatiche più note e amate e fin dall’antichità le sue foglie sono state usate per preparare rimedi corroboranti, ottimi per combattere a 360 gradi gli effetti del rigore invernale. È LA PIANTA DEL VIGORE. Come detto poco fa, il nome “timo” deriva dal greco “thymos”, che designa il principio della vitalità, l’energia, la resistenza e il vigore fisico. Durante il Medioevo i fiori di timo venivano ricamati sulle armature dei cavalieri per infondere forza e coraggio ai combattenti.

Rinsalda le strutture tendinee. Le foglioline aromatiche del timo, nella stagione fredda, sono infatti un rimedio prezioso con cui si preparano suffumigi, tisane mucolitiche, antitussive e disinfettanti delle vie aree. Meno conosciute ma altrettanto degne di nota, sono le proprietà muscolo-protettive di questa pianta, presenti soprattutto nella varietà di timo nota in botanica come Thymus serpyllum (così chiamata per il suo portamento strisciante e detta anche timo selvatico). Le sue foglie, infatti, possono fare molto per la nostra muscolatura, grazie a un mix speciale di principi attivi, che attenua gli spasmi e fluidifica il sangue, mantenendo i muscoli e i tendini ben nutriti e attivi. Stando agli studi sperimentali più recenti, il timo serpillo avrebbe anche effetti neuroprotettivi, che migliorerebbero la coordinazione motoria.

L’olio aromatico. Puoi utilizzare l’olio essenziale di timo serpillo per fare delle frizioni decontratturanti sotto la doccia calda, soprattutto sei ha trascorso una giornata al freddo (per esempio in montagna) o se la mattina al risveglio accusi dolori. Come si prepara: Diluisci 2-3 gocce di olio di timo in un cucchiaino di olio di mandorle dolci, versa l’unguento sulla spugna e strofinala vigorosamente su tutto il corpo.

Loading...

 

In infuso o tisana per rinforzarsi dall’interno. L’infuso si ottiene versando 150 ml di acqua bollente su 2 g di Thymus serpillus essiccato, lasciando riposare (con un coperchio) per 10 minuti e infine filtrando. Se ne assumono 2-3 tazze al giorno. Per aumentarne gli effetti, si può dolcificare la bevanda con un cucchiaino di miele di timo, che è anche un buon protettore delle vie aeree e dei bronchi.

Scioglie le rigidità. Se in questa stagione hai spesso dolori e senti i muscoli freddi e contratti, fatti preparare dall’erborista una miscela di foglie di timo, foglie di rosmarino e corteccia di salice bianco. Poni un cucchiaio della miscela in una tazza di acqua bollente. Lascia riposare 10 minuti, filtra e bevi fino a 3 tazze al dì.

Curiosità Prova anche il suo miele: Dai piccoli fiori del timo le api ricavano un miele balsamico, ideale per trattare le infiammazioni di gola e bronchi. Perché è utile. I suoi principi attivi, che disinfettano le mucose, nutrono anche le fibre muscolari; da adesso fino a marzo, la mattina prendi un cucchiaino di miele di timo a digiuno.

loading...
Loading...

Written by Paola Olivieri