Argania spinosa L. – Parte utilizzata : Olio estratto dal frutto

Descrizione. L’Argania appartenente alla famiglia delle Sapotaceae, è un albero endemico del Marocco (nelle sue zone sudoccidentali, e in particolare nella pianura del Souss) e della regione di Tindouf in Algeria. E’ una delle rarissime specie di piante ancora in vita, che risalgono al periodo del terziario; il terziario è quell’era geologica avvenuta sulla Terra circa 65 milioni di anni fa. Sebbene l’Argania spinosa fosse anticamente diffusa su buona parte del nord Africa e dell’Europa meridionale, ora, sopravvive solamente in alcune aree del Marocco. E’ un albero dai rami spinosi (da qui l’epiteto specifico spinosa), alto da 8 a 10 metri, assai resistente e che può vivere anche 150-200 anni. È una pianta che si è perfettamente adattata all’aridità del sud-ovest del Marocco, e la sua sagoma è molto caratteristica: chioma ampia e arrotondata, tronco nodoso, tortuoso e abbastanza corto, formato spesso da più parti intrecciate tra loro. La pianta può assumere comunque, in locazioni disagiate, le dimensioni più modeste di un piccolo arbusto. Fornisce un legno molto duro, utilizzato soprattutto come legname da riscaldamento. I fiori, da bianchi a giallo-verdastri, compaiono tra maggio e giugno. Il frutto è una bacca ovale, fusiforme, lunga circa 30 mm, che contiene una noce estremamente dura, al cui interno vi sono tre “noccioli”. Un albero ne produce circa 8 kg l’anno. Le foglie servono da nutrimento a cammelli e capre.

 

Storia. L’albero dell’Argan veniva, e viene ancora considerato, puro e sacro.Il nome argan con cui la pianta è conosciuta, corrisponde al nome locale, in lingua berbera (tashelhit) e significa olio. L’olio di argan ha una lunga storia, legata strettamente alla tradizione marocchina, che nei secoli ha imparato ad apprezzarne le decantate virtù. Come il tè, anche l’olio di Argan viene tradizionalmente offerto agli ospiti insieme al miele in segno di ospitalità ed ha anche un profondo significato rituale derivato dalla cultura berbera. Thomas Barkely, un diplomatico statunitense ai tempi del presidente George Washington, visitò il Marocco a capo di una delegazione incaricata di instaurare relazioni diplomatiche tra i due paesi, rimanendo molto impressionato dalla maestosità dell’albero di Argania durante il tempo della sua visita, tanto che nei suoi racconti ci sono numerosi riferimenti all’Argania risalenti all’anno 1786. Nel 1998 l’UNESCO ha aggiunto l’albero dell’Argania spinosa nella lista dei patrimoni dell’umanità. Poi, nel 2001 in Marocco, è stato organizzato il primo festival dedicato interamente all’Argania. Il festival viene ricordato perché durante quell’occasione vennero prese numerose decisioni importanti per lo sviluppo economico delle regioni abitate dalle popolazioni berbere, la protezione e la salvaguardia dell’ambiente naturale dove cresce l’Argania, e naturalmente, la conservazione dell’albero stesso.

Loading...

Lavorazione dell’olio

 

UN OLIO PREZIOSO E PRODIGIOSO. Olio di Argan. Le donne ottengono dal piccolo frutto a forma di noce un olio prezioso mediante una lenta lavorazione di spremitura a mano. L’olio è utilizzato sia in ambito culinario sia in ambito cosmetico, per la bellezza della pelle. Esistono due tipi di olio d’Argan, a seconda che i noccioli vengano o meno tostati prima dell’uso. L’olio cosmetico, più chiaro, si usa applicandolo sulla pelle e sui capelli ed è ritenuto efficace contro la caduta dei capelli, gli eczemi, la disidratazione della pelle, le rughe e le smagliature, ecc. L’olio alimentare, più scuro e dal sapore più forte a causa della torrefazione dei semi, viene utilizzato come olio per condire gli alimenti. È molto nutritivo e costituisce, in minima quantità assieme a mandorle tritate e miele, l’amlu, una pasta molto nutriente tradizionale, consumata per la prima colazione. A causa delle rese incredibilmente basse (da 100 kg di frutto si ricava 1 litro d’olio), questo olio è molto costoso. Salvo una parte minore prodotta e consumata localmente, la produzione specializzata è quasi tutta esportata. Il suo valore è dato anche dalle numerose proprietà in esso contenute e dalle applicazioni che se ne possono fare per la bellezza e per la salute di capelli e pelle. Gran parte dei suoi effetti derivano dal fatto che è ricco, in particolare, di Vitamine A, E, F ed Omega6 e 9. La vitamina A, tra le altre cose, svolge importanti funzioni per il benessere dei tessuti epiteliali, quindi è indispensabile alla pelle del nostro corpo. La vitamina E (ripara le membrane cellulari dall’azione dannosa dei radicali liberi e svolge un effetto anti-age) funge da antiossidante, rallentando l’invecchiamento delle cellule, ed è un coadiuvante nello sviluppo e nel mantenimento delle funzioni del sistema nervoso e di quello muscolare, mentre la vitamina F conferisce elasticità all’epidermide e lo rendono un alleato perfetto per idratare, nutrire e proteggere il corpo dalle aggressioni esterne. Nell’olio di Argan è presente anche una notevole quantità di acidi grassi essenziali importantissimi come l’acido linoleico, l’acido linolenico, gli Omega 6 e gli Omega 3. Questi acidi grassi essenziali svolgono un’azione benefica nei disturbi reumatici e cardiovascolari, migliorano le capacità cerebrali e proteggono i tessuti connettivi. Se usato in modo costante, l’olio di Argan riattiva le funzioni vitali delle cellule, migliora il tono muscolare del viso, attenua la comparsa delle rughe, rende liscia la pelle, mimetizza le occhiaie e riduce l’irritabilità cutanea. Inoltre, quest’olio meraviglioso non contiene sostanze che possono provocare allergie, come nichel, profumi, coloranti e conservanti (naturalmente se non ha subito modificazioni chimiche) e quindi è adatto a tutti. Sebbene sia famoso soprattutto come prodotto cosmetico l’olio di argan può essere utilizzato anche in cucina. L’olio di argan per uso alimentare ha un colore più scuro rispetto a quello per uso cosmetico, ha delle caratteristiche molto simili all’olio d’oliva e per la sua ricchezza di grassi insaturi è indicato in modo particolare per chi soffre di colesterolo cattivo elevato e di sovrappeso. E’ consigliato anche a chi denuncia una cattiva digestione, a chi ha dolori reumatici e problemi cardiovascolari. In casa lo puoi utilizzare soprattutto per condire carni, pesce e insalate. Non è tossico e al momento non risultano studi che ne hanno evidenziato effetti collaterali o controindicazioni nell’utilizzarlo. Anzi, risulta un olio dal gusto particolare, ricorda la noce, particolarmente digeribile per tutti, sia piccoli che meno piccoli; consigliato per una corretta alimentazione.

 

Impiego. L’olio di Argan è conosciuto da sempre anche come prodotto dalle ottime proprietà nella cura del corpo e della pelle. Le sue applicazioni nel campo cosmetico sono infinite, dalla pelle, ai capelli, alla fabbricazione di creme, saponi, scrub, shampoo, balsami. L’olio di Argan è talmente delicato che si consiglia anche per l’uso sulla pelle dei bambini. Un vero e proprio tuttofare, di cui non si finisce mai di scoprire i benefici. E’ un olio dall’odore deciso che fa bene sia ai capelli che alla pelle, aiuta a mantenerli idratati, protetti, morbidi, e in più dona elasticità e lucentezza alla pelle, tendendo a non modificarne il pH. Ha proprietà idratanti ed emollienti, è sicuro al 100% e ha la caratteristica di non ungere la pelle ed essere facilmente assorbito dalla stessa.

Capelli. Conferisce luminosità e morbidezza ai capelli, facendoli apparire più lucenti, sani, forti e puliti, il tutto senza ungerli nè appesantirli. Quando i capelli sono disidratati la loro superficie non è uniforme ma “a scaglie”. L’olio di argan riesce a nutrire queste scaglie fino a farle richiudere e presentare il capello compatto, sano e lucente. E’ consigliato utilizzare l’olio di argan puro in tutti i casi in cui capelli appaiono danneggiati, sfibrati, spezzati, poco luminosi, disidratati. Vediamo alcuni esempi.

  • Per avere dei capelli più facili da gestire, per farti aiutare a dargli “una forma”, prova ad ungerli con qualche goccia di olio di argan prima di asciugarli. Mi raccomando, non mettere l’olio direttamente sulla cute e se hai acquistato uno spray non spruzzarne molto. Disponilo soprattutto sulla lunghezza per poi provare a distribuirlo aiutandoti con le mani. Se hai capelli molto corti passalo direttamente con le dita.
  • Per avere capelli più nutriti e puliti puoi utilizzarlo sia prima che dopo il lavaggio. Se lo usi prima, disponi parte di prodotto sui capelli (vai sempre prevalentemente sulla lunghezza) e lascialo agire quanto puoi, tra i 30 e i 60 minuti almeno, proprio come se fosse una maschera. Se lo vuoi utilizzare dopo lo shampoo usalo prima dell’asciugatura e della messa in piega.
  • Per avere un effetto anti-crespo, spesso tipico dei capelli ricci, distribuisci 1-2 gocce di olio di argan sui capelli asciutti, dopo la piega.
  • Se soffri di forfora puoi massaggiare il cuoio capelluto con qualche goccia di olio d’argan prima di lavarlo.

Pelle del viso. Le proprità nutritive, emollienti, idratanti e rigeneranti dell’olio di argan puro possono essere sfruttate in diverse occasioni.

  • Viso. Il volto è una delle parti del corpo a cui teniamo di più e che vorremmo non vedere mai disidrato, poco
    luminoso, spento e… rugoso!L’olio di argan risulta a tal proposito miracoloso. Lo si può utilizzare come una vera e propria crema per il viso, applicandone 1 o 2 gocce al mattino o alla sera. Sfrutta l’occasione per massaggiare il volto con movimenti che tendano stirarlo e tonificarlo. L’indomani apparirà più disteso, luminoso e rilassato. Soprattutto il contorno occhi sarà rigenerato dopo aver dormito assorbendo dell’olio di argan!
  • Labbra. C’è una zona del nostro corpo che col caldo e col freddo eccessivo può arrossarsi, screpolarsi e
    soffrire: le labbra. Se hai dei piccoli taglietti, delle screpolature o se noti che le tue labbra appaiono secche, massaggiale con delle gocce di olio di argan 1 o 2 volte al giorno, fino al completo assorbimento dello stesso. La zona risultareà subito sollevata e tenderà alla cicatrizzazione se sono presenti delle ferite. Contro le pellicine puoi anche fare una cremina di olio di argan e zucchero e applicarla sulla labbra!
  • Scrub. Se vuoi utilizzare uno scrub “alternativo”, mischia sale e olio d’argan: vedrai che pelle liscia!
  • Rasatura. Infine consiglia l’olio d’argan anche ai tuoi amici uomini: l’applicazione dopo la rasatura, farà sì che la loro pelle venga nutrita a fondo.
  • Ceretta. Può essere utilizzato anche per lenire le infiammazioni post-ceretta.

Pelle del corpo. Anche in questo caso è possibile godere delle proprietà terapeutiche dell’olio di argan, sia per semplici inestetismi che per problemi più gravi.

  • Pelle secca. Se hai pelle secca, disidrata, poco luminosa. Puoi provarlo in tre modi: puoi riempire la vasca da bagno d’acqua e mettere delle gocce d’olio di argan come fossero sali da bagno. La pelle uscirà idratata e pulita;
    puoi mettere sul corpo un po’ d’olio prima della doccia, come un impacco, e lasciarlo agire per poi procedere al consueto lavaggio; puoi, infine, usarlo subito dopo avere fatto la doccia, sulla pelle ancora bagnata, in modo da conferirle elasticità istantanea.
  • Seno. Molte donne usano l’olio di argan sulla pelle del seno, che col tempo tende a cedere e riportano di avere buoni risultati riguardo la ripresa del’elasticità e della compatezza della stessa.
  • Smagliature. Puoi utilizzare l’olio di argan anche per prevenirle ad esempio durante una gravidanza o durante un periodo in cui ti accorgi di perdere o prendere velocemente peso, mantenendo la pelle il più elastica possibile.
  • Doposole. Apponi l’olio di argan sulla pelle scottata o disidrata, come un vero e proprio doposole, la sentirai subito più elastica ed idratata.
  • Problemi della pelle. Lo stesso vale per chi ha diversi problemi delle pelle come rossori, dermatiti atopiche,
    eczemi, pruriti che spesso non hanno una causa specifica ed una cura altrettanto precisa. Fa bene anche apporlo su zone lese, poichè stimola ed aiuta la cicatrizzazione. Puoi usare l’olio d’argan anche in presenza di acne e brufoli perché aiuta a regolarizzare la sovraproduzione di sebo. Fa bene quindi anche a chi ha pelle grassa e comedoni: non unge, idrata e permette la rigenerazione delle cellule.
  • Psoriasi-Piaghe. Grazie al suo potere emolliente, disinfettante ed idratante, chi è affetto da piaghe o psoriasi trova sollievo applicando l’olio di argan.
  • Dolori muscolari. L’olio di argan è inoltre particolarmente indicato per fare i massaggi per dolori muscolari.
    Applicarlo e massaggiare a fondo con questo olio sembra sia utile contro le contratture muscolari e i crampi.

Unghie. Se hai delle unghie particolarmente deboli, sia per fattori ambientali, sia per fattori personali come carenza di vitamine o vizio, molto diffuso, di rosicchiarle, sicuramente con l’olio di argan puoi regalargli un po’ di coccole. Prova a tenere le mani immerse per 10-15 minuti in una bacinella con acqua e gocce (in egual quantità) di olio di argan e di limone. Ripeti l’applicazione 2-3 volte alla settimana per 10 giorni, le tue unghie appariranno fortificate e la pelle delle tue mani nutrita, setosa e morbidissima.

Sia per il viso che per il corpo, qualora non amassi particolarmente l’intensa fragranza dell’olio di argan, ricorda che puoi anche usarlo accoppiandolo con olio di mandorla o di rosa mosqueta, che allegeriranno l’aroma del primo con le loro note delicate.

Esistono molti preparati a base di olio di argan, ma si consiglia di usarlo sempre sotto forma di olio puro, evitando i prodotti che possono contenere sostanze irritanti e non traspiranti. Il suo costo varia dai 9 ai 20 euro in base alla grandezza della boccetta, al marchio che lo mette in commercio e, ovviamente, al luogo in cui lo acquisti! In farmacia e in erboristeria lo trovi sicuramente, ma ricorda che l’importante è leggere l’etichetta. Non c’è un olio migliore degli altri, l’importante è che si tratti di olio di argan puro!

Colazione con pane, miele e olio d’argan

 

Gastronomia. Le popolazioni berbere del Marocco utilizzano largamente l’olio di argan nella loro dieta. In una colazione tipica, l’olio di argan viene servito con il pane fatto in casa, che viene immerso nell’olio e nel miele. Un dolce tipico del Marocco è l’amlou, che viene considerato una vera delizia dagli intenditori. Si tratta di una sorta di nutella all’argan, con mandorle e miele. Un’autentica fonte di energia e forza, e secondo alcuni, avrebbe addirittura un potere afrodisiaco. Nella cucina domestica, l’olio di argan viene comunemente aggiunto a tantissimi piatti a base di carne e pesce. Oltre a conferire un delizioso sapore alla nocciola, l’argan aggiunge un prezioso contribuito ricco di importanti elementi nutritivi e vitamine.

Avvertenze. Normalmente, l’olio di Argan è ben tollerato e non provoca alcun tipo di effetto collaterale, fatto salvo i casi di individui sensibili nei quali può provocare l’insorgenza di reazioni allergiche.

 

ASSOCIAZIONI

 

ACNE GIOVANILE

Olio di Borragine

 

ECZEMI

Bardana, Olio di Enotera

 

FRAGILITÀ DEGLI ANNESSI CUTANEI

Lievito di Birra

 

INVECCHIAMENTO DELLA PELLE

Olio di Borragine, Trifoglio Rosso

loading...
Loading...

Written by Paola Olivieri