Vivere la menopausa può essere stressante e frustrante, è un periodo molto delicato per tutte le donne, dal momento che il corpo va incontro ad una fase di profondi ed irreversibili cambiamenti. L’irregolarità del ciclo mestruale è solamente uno dei sintomi della menopausa, e ad esso sono associati anche vampate di calore e sbalzi di umore, oltre a depressione, senso di affaticamento e problemi di insonnia. Tutto ciò è determinato da profonde modificazioni ormonali che possono anche causare problemi più seri, come ad esempio l’insorgenza dell’osteoporosi e l’aumento del rischio a livello cardiovascolare. Viverla però con una prospettiva meno scoraggiante si può, basti dare un’occhiata alla nostra lista di cure naturali: aiuti da parte di erbe officinali, consigli sullo stile di vita. Abbiamo riportato le migliore informazione per aiutarvi a decidere e contrastare i vari disturbi legati alla menopausa.

  • COHOSH NERO

Radici del Cohosh nero

Per secoli, le radici della pianta nordamericana del cohosh nero sono state adoperate per trattare vari disturbi. Oggi, il cohosh nero è un rimedio popolare utilizzato per trattare i sintomi della menopausa, specie dopo che sono stati pubblicizzati i rischi correlati alla terapia ormonale. Il cohosh nero viene per lo più impiegato per controllare i sintomi della menopausa, come: mal di testa, vampate di calore, cambiamenti di umore, problemi di sonno, palpitazioni cardiache, sudorazioni notturne, secchezza vaginale. Per i sintomi della menopausa, la dose di cohosh nero consigliata è di 20-40 milligrammi di estratto standardizzato, 2 volte al giorno. Il cohosh nero non è consigliato se si è affetti da problemi epatici.

  • YOGA

Yoga

Sono tante le ragioni per praticare lo yoga, non importa la tua età, questa disciplina è adatta a qualunque donna: favorisce il cambiamento che viene dal profondo dell’anima, in una condizione ormonale tipica dalla menopausa. Numerose ricerche scientifiche documentano come lo yoga sia utile in menopausa: riduce di intensità e frequenza le vampate di calore,dimezza il disagio psicologico rafforzando la fiducia in se stesserilassa ed abbatte il nervosismo tipico di questo periodo, favorisce un buon sonno e sembra addirittura favorire l’aumento di livelli di colesterolo buono.

  • TRIFOGLIO ROSSO

Trifoglio rosso

Un altro rimedio a base di erbe molto popolare è il trifoglio rosso, contiene isoflavoni, sostanze chimiche vegetali, che hanno un effetto estrogeno-simile sul corpo. Studi controllati hanno evidenziato come il trifoglio rosso ha un modesto effetto nell’alleviare i sintomi della menopausa, ma non è adatto se ci sono stati precedenti di cancro al seno o altri tumori ormono-correlati.

  • MANTENERSI IN FORMA RIMANENDO ATTIVA 

Esercizio fisico

Se per alleviare i sintomi della menopausa e guadagnare salute, essere dinamiche dà una mano, dedicare d’abitudine un po’ di tempo all’attività fisica o allo sport renderà la donna in menopausa più bella e in salute. Uno studio riporta che un moderato esercizio fisico potrebbe mantenere a bada le vampate di calore fino a 24 ore dopo un allenamento. L’allenamento ideale per contrastare i sintomi della menopausa, ma anche in generale per guadagnare salute, comprende sia l’attività aerobica, sia esercizi di rafforzamento muscolare. L’attività prevalente deve essere però aerobica, cioè quella che richiede bassa intensità e lunga durata: camminare, jogging, ciclismo, meglio se praticati in spazi aperti in mezzo alla natura, anche se si ottengono gli stessi benefici a casa o in palestra su tapis roulant o cyclette; nuoto e sci di fondo, golf ecc..

  • FITOESTROGENI

Alimenti ricchi di fitoestrogeni

I fitoestrogeni sono estrogeni vegetali che si ritiene abbiano effetti estrogeno-simile sul corpo. Li potete trovare in alimenti a base di soia, lenticchie, ceci e fagioli. Basta aggiungere un po’ di semi di lino, cicoria, indivia, sedano alla vostra dieta, in quanto contengono una fibra chiamata lignina, che è uno dei principali fitoestrogeni.

  • SALVIA

Salvia

La salvia è un’alleata preziosa delle donne in particolare per quei piccoli o grandi disturbi che ogni mese possono comparire in concomitanza del ciclo mestruale ma anche nell’età della menopausa. Gli effetti di questa pianta sul benessere delle donne sono dovuti in particolare all’azione di alcuni flavonoidi che aiutano a riequilibrare il sistema ormonale. In menopausa, l’effetto positivo della salvia si ha principalmente nell’alleviare il fastidioso problema delle vampate di calore o della sudorazione. Utile poi anche in caso di ritenzione idrica, emicranie (in particolare se a provocarle sono appunto ciclo o menopausa) e problemi dell’apparato respiratorio soprattutto in presenza di catarro. In passato, è stata anche utilizzata per il trattamento di scarsa memoria, un altro sintomo comune della menopausa.

  • CIBI CHE CONTRIBUISCONO A SOSTENERE LE FUNZIONI EPATICHE

Durante la menopausa la produzione di ormoni, detti estrogeni, diminuisce e possono comparire sintomi caratteristici, come vampate di calore, insonnia, disturbi vaginali. Poiché il fegato è responsabile della metabolizzazione e scissione degli estrogeni nel corpo, un fegato sano può contribuire a mantenere stabili i livelli di estrogeni. Si consiglia quindi, di mangiare molte cipolle, carciofi, asparagi e finocchi, che hanno dimostrato di contribuire a sostenere la funzione epatica. Caffè, cibi piccanti e alcol possono influenzare il fegato e peggiorare le vampate di calore, quindi è bene cercare di evitarli durante la perimenopausa.

  • VITAMINA E

La pelle secca è un fattore molto comune durante la menopausa. La vitamina E può aiutare a mantenere la pelle elastica, e inoltre, secondo uno studio, potrebbe aiutare il 50% delle donne anche contro la secchezza vaginale. Prova a prendere integratori di vitamina E o ad utilizzare una crema a base di vitamina E.

  • L’ERBA DI SAN GIOVANNI

Erba di San Giovanni

Se i sintomi della menopausa includono il sentirsi di cattivo umore o ansiosi, l’erba di San Giovanni, conosciuta anche come Iperico, può essere un valido aiuto. Si tratta di un rimedio della medicina tradizionale usato per alleviare i sintomi di uno stato d’animo un po’ basso, di ansia o di insonnia. Molte ricerche scientifiche hanno dimostrato come l’erba di San Giovanni riesca ad accrescere in modo naturale la serotonina (un neurotrasmettitore responsabile dell’umore), aumentando quindi le sensazioni di benessere.

  • OMEGA 3

Alimenti ricchi di Omega 3

In un contesto tanto delicato come la menopausa, gli Omega3 possono rappresentare un valido aiuto per la riduzione dei tipici disturbi. La somministrazione di Omega3 può ridurre la frequenza delle vampate di calore, inoltre si ritiene che modulino la trasmissione dei segnali nervosi al cervello, diminuendo l’attività dei neurotrasmettitori coinvolti nelle vampate di calore. Una ricerca canadese ha dimostrato come un’integrazione a base di Omega3 acido eicosapentaenoico (EPA), sia in grado di ridurre nelle donne le vampate di calore in sole otto settimane. Un’altra università canadese, ha scoperto che somministrare EPA e DHA (acido docosaesaenoico) sempre per otto settimane riduce grandemente l’insorgenza degli sbalzi d’umore e della depressione legati alla menopausa. Ciò potrebbe essere dovuto ad interazioni degli Omega3 con gli estrogeni. Inoltre gli acidi grassi essenziali omega-3 sono importanti per la lubrificazione di tutto il corpo, infatti possono aiutare ad affrontare dolori articolari, pelle secca e secchezza vaginale associati alla menopausa. E’ possibile trovarli in pesci grassi come il salmone e lo sgombro, o nei semi di lino, e in piccole quantità nelle noci e nei semi.

 

Loading...

Written by Paola Olivieri