Fucus vesiculosus

 

ANTIFAME, DIETE DIMAGRANTI, STANCHEZZA

 

Loading...

Parte utilizzata : tallo

 

Descrizione La Fucus vesiculosus è un’alga bruna marina, abbondante sulle coste rocciose dei mari temperati e freddi dell’emisfero nord, costituisce una delle ricchezze dell’oceano, un vero concentrato di Sali minerali, oligoelementi, vitamine e iodio. Presenta un corpo vegetativo (il tallo), che può arrivare anche ai due metri di lunghezza. E` di consistenza molle, di colore verde scuro, con una ventosa basale che gli consente di “aggrapparsi” alla roccia. Ha uno stipite formato da due parti appiattite, e di una fronda ramificata munita di una nervatura abbastanza visibile, munite di camere d’aria quasi sferiche.

Fucus Vesiculosus

Storia. Il Fucus venne delineato per la prima volta da Plinio il vecchio (I sec d.C.), che denominò quest’alga “quercus marina in riferimento alla forma lobata delle fronde, che ricordano le foglie di Quercia; è chiamata anche alga kelp. L’algina o ac. alginico, che è il costituente principale delle alghe brune, fu scoperto da Stantford nel 1880.  IL Fucus è adoperato per la produzione di alginato di sodio: sostanza capace di assorbire acqua pari a 100 volte il proprio peso. Il genere Fucus si trova frequentemente sulle coste della Manica, atlantiche e in Francia, specialmente in Bretagna.

Proprietà. I benefici del mare. Il Fucus è l’alga più conosciuta, perché adoperata come rimedio dimagrante ed anticellulite, viene comunemente utilizzata nei casi di obesità e sovrappeso: il suo costituente principale è infatti lo iodio, quindi agisce stimolando il metabolismo basale. Quest’alga ha un triplice effetto nell’ambito di una dieta dimagrante che, anche se equilibrata, spesso tende ad “affamare” e provocare indebolimento generale e una grande stanchezza. Ricca di mucillaggini non assimilabili, i talli del Fucus si reidratano aumentando considerevolmente di volume nello stomaco e provocando di conseguenza una sensazione di sazietà (effetto antifame meccanico). La ricchezza di oligoelementi (rame, cromo, zinco, selenio, ferro, manganese, iodio) e di vitamine (C, B1, B2, B6, B12) permette di coprire i bisogni essenziali dell’organismo durante le diete dimagranti. Infine, la presenza di fibre vegetali migliora il transito intestinale spesso disturbato durante le diete dimagranti. Povero di calorie e lipidi, il Fucus è quindi perfettamente indicato, in associazione con misure dietetiche, per facilitare la perdita la perdita di peso conservando la forma e il tono.

Impiego. Nelle comuni preparazioni, si usa prevalentemente l’estratto secco titolato, la cui posologia varia da 500 a 900 mg al dì.

TISANA PER LA REGOLAZIONE DEL METABOLISMO BASALE.

Dose Consigliata: Porre 2g in 150ml di acqua calda, lasciare in infusione per 10 minuti; considerando il gusto amaro della preparazione si consiglia l’aggiunta di Stevia rebaudiana, a piacere.

 

Avvertenze. I preparati a base di Fucus sono controindicati in caso di ipertiroidismo e vanno assunti con cautela anche nei casi di presunta alterata funzionalità della tiroide o durante il trattamento farmacologico con ormoni tiroidei. Si raccomanda di non assumere i prodotti a base di Fucus in modo continuativo, ma di eseguire cicli periodici di circa due mesi, intervallati da una sospensione temporanea del trattamento. Il fabbisogno medio giornaliero di iodio è di 150 mcg; si consiglia pertanto di non superare tale soglia, altrimenti c’è il rischio di interferire con la funzione tiroidea. Per questa ragione, è importante prescrivere soltanto prodotti con un quantitativo di iodio definito. Nell’uso di Fucus particolare attenzione dev’essere posta da pazienti con ipertiroidismo. Evitare l’assunzione in caso di ipersensibilità accertata.E’ controindicato in donne in stato di gravidanza e durante l’allattamento.

 

ASSOCIAZIONI

 

CELLULITE

Ananas

METABOLISMO LENTO

Garcinia Pilosella

SOVRAPPESO CON APPETITO MODERATO

Matè

loading...
Loading...

Written by Paola Olivieri