Persea americana Mill. Parte utilizzata: frutto e olio

Descrizione. L’ Avocado è il frutto una specie arborea che appartiene alla famiglia delle Lauracee. E’ una pianta arborea di alto fusto sempre verde con sistema radicale molto espanso. La chioma può raggiungere un’altezza di 15-20 metri. I fiori, in posizione apicale, sono ermafroditi, piccoli, riuniti in racemi e molto numerosi; essendo poco appariscenti, solo in piccola parte sono visibili dagli insetti pronubi e ciò determina una bassa produttività. I frutti sono drupe di forma variabile, di colore verde o violaceo, con un solo seme poliembrionico e una polpa burrosa, ricca in grassi. L’avocado è un frutto di notevoli dimensioni, fino a 20cm per 1kg di peso. Tre sono le razze o varietà botaniche: la messicana, l’antillana e la guatemalteca, che si distinguono per alcuni caratteri delle foglie che, nei germogli, risultano verdi nelle prime due, bronzato-viola nell’ultima; inoltre solo nella prima presentano un tipico profumo di anice. Nelle varietà oggi coltivate tali caratteristiche non sono ben definite in quanto si tratta di ibridi.

Albero di Avocado

Storia. E’ una pianta originaria dell’America Centrale (Messico, Guatemala, Antille), conosciuta già in epoca precolombiana, le cui origini risalgono al 5000 a.C. ca. L’avocado era uno degli alimenti base dei popoli precolombiani, e miti afrodisiaci ne accompagnavano la coltivazione. Il suo nome deriverebbe dall’ atzeco “ahuacatl” (testicolo), scelto come evocativo della morfologia del frutto. Gli Atzechi, considerandolo un forte stimolante sessuale, durante il periodo della sua raccolta sembra che facessero chiudere in casa tutte le ragazze vergini per tenerle al riparo da ogni tentazione.  Chiamato anche «pera alligatore», l’avocado venne descritto dai conquistadores come un frutto abbondante, con una polpa simile al burro e caratterizzato da un ottimo sapore. Sembra comunque che furono soprattutto le sue virtù afrodisiache a spingere gli europei ad importarlo, e si racconta che re Luigi XV di Francia ne fosse grande estimatore. Oggi l’Avocado è diffuso in America Latina, California e Florida; nel Mediterraneo è presente in Israele e Spagna. In Italia, nonostante nelle aree meridionali vi sia un ambiente idoneo, la coltivazione specializzata occupa solo pochi ettari.

Proprietà. L’avocado è un vero concentrato di energia, ogni 100 grammi di polpa edibile troviamo il 73 % di acqua, il 6,6 % di fibre alimentari, lo 0,1 % di amido, il 7 % di zuccheri, il 14% di grassi, l’1,5 % di ceneri e quasi il 2% di proteine. È un frutto molto ricco di proteine e di grassi, quest’ultimi presenti in percentuale quasi paragonabile a quella delle olive. Contiene vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, la vitamina C, le vitamine D, E, K e J. L’avocado è molto conosciuto per le sue proprietà energetiche; per questo motivo le sue calorie sono elevate, 100 grammi di polpa l’avocado forniscono 230 calorie. La proprietà principale dell’avocado ed i suoi conseguenti benefici sono da ricondursi prevalentemente alla presenza di acido grasso linoleico e Omega 3, ovvero i cosiddetti grassi benefici in grado di stimolare la produzione di colesterolo buono (HDL) ed inibire invece il deposito del colesterolo cattivo (LDL). Queste proprietà dell’avocado sono quindi in grado di diminuire la presenza del colesterolo nel sangue e le varie patologie legate alla circolazione del sangue ad alla salute del cuore.

Loading...

L’assunzione di avocado è molto consigliato alle donne in gravidanza in quanto contiene una buona percentuale di acido folico che aiuta nella prevenzione di malformazioni del sistema nervoso e del cervello. Inoltre ci sono alcune sostanze contenute nell’avocado che sono in grado di  prevenire la formazione di alcuni tumori, in particolar modo quello alla bocca. Un altro aspetto positivo derivante dall’assunzione di questo frutto sono i benefici legati alla presenza di sostanze con proprietà antiossidanti; queste sono in grado di aiutare le cellule a liberarsi dalla presenza dei radicali liberi e di rallentarne così l’invecchiamento. In particolare la vitamina A e la vitamina E sono due potenti antiossidanti le cui proprietà aiutano la pelle a mantenere la sua elasticità e ne rallentano l’invecchiamento. Alcuni studi hanno invece dimostrato che una regolare assunzione di questo frutto aiuta le persone a perdere peso; questo si pensa sia dovuto al buon contenuto di fibre alimentari (25 % fibre solubili e 75 % fibre insolubili) che aumentano il senso di sazietà. Contenendo molte fibre, solubili ed insolubili, la sua assunzione facilita il passaggio del cibo nell’intestino, stimola la produzione di succhi gastrici e favorisce quindi la digestione; il consumo regolare di questo frutto aiuta a mantenere in salute l’apparato digerente. L’avocado è un alimento utile anche nel contrastare la depressione ed il morbo di Alzheimer ed ha inoltre buone proprietà antinfiammatorie in grado di apportare benefici a diversi organi del corpo umano. Sostanze come i flavonoidi, i carotenoidi, i fitosteroli e gli acidi grassi omega 3 sono il miglior metodo per ridurre l’infiammazione ai tessuti, ai muscoli e alle articolazioni. Motivo questo per cui il consumo di questo frutto è consigliato per ridurre i dolori legati all’artrite.

Olio di Avocado

Impiego. La polpa di avocado può essere utilizzata nelle preparazioni dolci per sostituire il burro, con l’effetto di ottenere pietanze decisamente più leggere. Se ne avrete l’occasione, provate dunque ad utilizzare questo ingrediente per la preparazione di torte, crostate o biscotti, iniziando facendo in modo che la polpa di avocado frullata venga adoperata per sostituire almeno la metà del quantitativo di burro (o di margarina) indicato nella ricetta che seguirete. La consistenza cremosa dell’avocato ed il suo sapore delicato non vi faranno sentire la mancanza del burro. La polpa di avocado può essere tagliata a cubetti ed aggiunta per arricchire le vostre fresche insalate estive. Una delle principali preparazioni tradizionali in cui l’avocado viene utilizzato e rappresenta l’ingrediente predominante è la salsa guacamole. In campo cosmetico è molto utilizzato il suo olio. Grazie alle sue proprietà, viene utilizzato per la preparazione di creme anti invecchiamento, solari e protettive della pelle. Per apportare benefici ai capelli, soprattutto in caso di capelli molto secchi, è sufficiente procurarsi l’equivalente della polpa di mezzo frutto e schiacciarla ben bene. Si otterrà una sorta di crema che andrà applicata sui capelli bagnati per circa mezz’ora, dopodiché si può procedere con il risciacquo. In caso si volesse intensificare l’effetto di tale procedimento si possono aggiungere un paio di cucchiaini di olio extravergine di oliva e un paio di cucchiaini di miele.

Guacamole

Avvertenze. Le controindicazioni riguardanti l’avocado sarebbero (il condizionale è d’obbligo) riferibili esclusivamente al suo contenuto calorico abbastanza elevato. Se si intende dimagrire non è un frutto consigliabile. Se si soffre di insufficienza renale, non dimenticate che contiene molto potassio, quindi, forse, non fa al caso vostro. In ogni caso il paziente con qualche deficit renale può sempre consultare il proprio medico curante circa la presenza (o meno) dell’avocado nella propria dieta.

 

 

loading...
Loading...

Written by Paola Olivieri