Euterpe oleracea – Parte utilizzata: Bacca

Descrizione. L’ Euterpe oleracea è una pianta della famiglia delle Arecaceae, sono esattamente delle palme che possono raggiungere anche i 20/30 metri di altezza e presentano foglie pinnate lunghe fino a 2 metri. Sono originarie dell’Amazzonia, e in particolare nelle foreste settentrionali del Brasile, dove si sviluppano dando forma anche a piccoli boschi. I frutti, chiamati bacche di Acai (si pronuncia “Asai”), sono dei datteri polposi, sferici e piccoli, commestibili dopo cottura. Tale bacca risulta essere ricchissima di antocianine (antiossidanti presenti nella frutta viola, rosso scuro), proteine, acidi grassi, fibre, vitamine e minerali.

 

Loading...

Storia. La Bacca di Acai è stata una “scoperta” attuale, perché, solo di recente la ricerca etnobotanica è riuscita a classificarli come i frutti più nutrienti di tutta la foresta Amazzonica. Gli Indios dell’Amazzonia, invece, sono al corrente e adoperano questa bacca da sempre e producono una “Pozione Energetica” combinandola al Guaranà: per le sue numerosissime proprietà nutrizionali, le bacche di Açai hanno ottenuto nel tempo il nome di frutto della vita.

 

Proprietà. La bacca di Açai racchiude molteplici e interessanti sostanze: molteplici vitamine fra cui la Vitamina A, Vitamine del gruppo B, Vitamina C, Vitamina E, Sali minerali quali Ferro, Fosforo, Calcio e Vanadio, proteine e grandi quantità di fibre, che aiutano a ritrovare la regolarità intestinale e a migliorare la funzionalità dell’apparato digestivo. Contiene anche un elevata presenza di acidi grassi insaturi come omega-3, omega-6 e omega-9, che favoriscono l’abbassamento dei livelli di colesterolo e la protezione dei vasi sanguigni, con un effetto protettivo sul sistema circolatorio e successiva prevenzione di malattie cardiovascolari. Il colore viola delle bacche è dovuto all’elevatissima quantità di antiossidanti, con effetto protettivo sul micro e macrocircolo (utili in presenza di fragilità capillare e relative manifestazioni): antocianina, proantocianina, polifenoli e flavonoidi. Questi infatti, si concentrano nella buccia, raggiungendo concentrazioni più alte dei frutti di bosco. Il suo potere antiossidante però è all’incirca confrontabile a quello di altri frutti conosciuti già da tempo per le stesse virtù; uno studio americano ha riscontrato che il potere antiossidante del succo di Acai appare inferiore a quello del succo di melograno, del vino rosso, del succo d’uva fragolina, del mirtillo e del succo di ciliegia nera, ma più elevato rispetto a quello dei succhi di arancia, mirtillo e mela, e del tè freddo.

E’ stato inoltre riscontrato che molte volte l’Acai viene pubblicizzato come la bacca miracolosa che fa dimagrire, ma a dire il vero non esiste neanche uno prodotto miracoloso che riesca a far dimagrire senza un eccessivo impegno e senza una regolare attività fisica. Ciò nonostante queste bacche possono aiutare nella dieta dato che diminuiscono la sensazione di fame e favoriscono la normale regolarità intestinale, facilitando ugualmente l’eliminazione di liquidi e di conseguenza il drenaggio, con un facilitato smaltimento delle tossine. Per di più le bacche beneficiano di un bassissimo indice glicemico e possono essere assunte anche dai diabetici. Le bacche di Acai, grazie alle alte quantità di steroli che presentano, svolgono una notevole azione antinfiammatoria; aiutano anche  a regolare il livello di stress.

 

Impiego. Le bacche di Acai si possono trovare in commercio sotto forma di barrette, di succo o di compresse, ma raramente è possibile acquistare la bacca così com’è. Il succo di Acai si può trovare unito al Guaranà, seguendo un’antica ricetta Brasiliana.

In ambito cosmetico, inoltre, è possibile acquistare l’olio di Acai (Euterpe Oleracea Fruit Oil) che si ricava dall’estratto della polpa delle bacche e si presenta come liquido di colore giallo ed è composto in gran parte da lipidi monoinsaturi (acido oleico) e da acidi grassi polinsaturi (omega 6) che sono in grado di costruire un film protettivo sulla cute e sui capelli. Quest’olio inoltre è impiegato, grazie alla sua azione antiossidante, per la formulazione di prodotti cosmetici antiageing. E’ un efficace elemento per tutti quei preparati che puntano a ripristinare il regolare funzionamento del mantello idro-lipidico, nei prodotti emollienti e rigeneranti. E’ adoperato nella preparazione di oleoliti cosmetici e di emulsioni O/A o A/O; e nell’hair care è impiegato per la cura dei capelli sfibrati, secchi, fragili e privi di lucentezza.

Avvertenze. Importanti studi scientifici ancora oggi non hanno costatato nessuna controindicazione nell’utilizzo delle bacche di Acai; però si raccomanda sempre di rivolgersi al medico nel caso di cure farmacologiche o problemi specifici.

ASSOCIAZIONI

COVALESCENZA

Eleuterococco

Fieno Greco

AVITAMINOSI

Acerola

Spirulina

ASTENIA 

Ginseng

Maca

Zenzero

STANCHEZZA 

Pappa reale

Spirulina

loading...
Loading...

Written by Paola Olivieri